ย 

๐‹๐š๐ง๐œ๐ข๐š ๐…๐ฅ๐š๐ฆ๐ข๐ง๐ข๐š ๐๐ซ๐ž๐ฌ๐ข๐๐ž๐ง๐ณ๐ข๐š๐ฅ๐ž

๐‘น๐’†๐’‚๐’๐’Š๐’›๐’›๐’‚๐’•๐’‚ ๐’…๐’‚ ๐‘ท๐’Š๐’๐’Š๐’๐’‡๐’‚๐’“๐’Š๐’๐’‚ ๐’๐’†๐’ 1991, ๐’‰๐’‚ ๐’Š๐’ ๐’‘๐’‚๐’”๐’”๐’ ๐’‚๐’๐’๐’–๐’๐’ˆ๐’‚๐’•๐’ ๐’† ๐’๐’‚ ๐’„๐’‚๐’“๐’“๐’๐’›๐’›๐’†๐’“๐’Š๐’‚ ๐’„๐’‚๐’ƒ๐’“๐’Š๐’๐’๐’†๐’•. ๐‘ต๐’† ๐’†๐’”๐’Š๐’”๐’•๐’๐’๐’ 4 ๐’†๐’”๐’†๐’Ž๐’‘๐’๐’‚๐’“๐’Š

E' stata, ancora una volta, la Lancia Flaminia Presidenziale ad accompagnare il nuovo Capo dello Stato nel giorno del suo secondo giuramento. Sergio Mattarella, insieme al premier Draghi, si รจ fatto immortalare su uno dei simboli a quattro ruote dellโ€™italianitร  che, perรฒ, ha unโ€™origineโ€ฆ inglese. Storia narra, infatti, che la cabriolet fu realizzata, nel 1960, proprio su richiesta del Presidente Gronchi, che la volle per ricevere la Regina Elisabetta II, in visita ufficiale in Italia lโ€™anno successivo. Da โ€™61, quindi, la Flaminia ha accompagnato tutte le prime cariche dello Stato.

A realizzare questa pregiata limousine cabriolet รจ stata la torinese Pininfarina che, partendo dalla Flaminia del 1957, allungandone il passo fino a 3,35 metri e la lunghezza fino a quasi cinque metri e mezzo, creรฒ un abitacolo capace di ospitare sette persone.

Ne vennero realizzati quattro esemplari ribattezzati coi nomi di alcuni cavalli purosangue delle Scuderie del Quirinale: Belfiore, Belmonte, Belvedere e Belsito. Tuttavia, lโ€™auto piacque cosรฌ tanto alla Regina Elisabetta II e al Principe Filippo che leggenda vuole ne esista un quinto esemplare, gelosamente conservato all'interno di Buckingham Palace; anche se non esistono conferme ufficiali in merito.

Caratteristica unica del modello รจ la capote in tela rigida, ripiegabile. Tuttavia, la Belsito venne costruita con una capote in tela, non apribile, sovrastante il posto di guida. Tutte sono verniciate nel caratteristico blu notte, hanno la selleria in pelle Connolly nera, interfono per comunicare con l'autista, cinque sedute posteriori con ampio divano e due strapuntini.

A godere dellโ€™eleganza della Flaminia Presidenziale, oltre alla sovrana di Inghilterra, sono state pure personalitร  del calibro di John Fitzgerald Kennedy e Charles De Gaulle. Nel 2001 le auto sono state sottoposte a un attento restauro e, attualmente, due degli esemplari sono affidati alle Scuderie del Quirinale: Belfiore e Belvedere sono infatti le vetture per le grandi occasioni del Capo dello Stato e delle piรน alte cariche della Repubblica.

La Belsito รจ invece visibile presso il museo storico della Motorizzazione militare di Roma, mentre la Belmonte รจ esposta dal 2001 al Museo dellโ€™Automobile di Torino.




38 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
ย